Il mazzolino di mughetti


amore.jpg

Prendendo un espresso, una giovane donna osserva la gente della strada nella sua pausa di mezzogiorno. Pensa al suo lavoro, specialmente a un caso difficile che deve risolvere. Prende ancora una volta il notebook, fa degli appunti e cerca delle informazioni sul mandante che le potrebbe aiutare. Mentre Giulia è concentrata sul suo lavoro, un uomo si avvicina e passa accanto alla donna e proprio in quel momento, l'uomo incespica e l'espresso si riversa completamente sulla tastiera. Il notebook grilla e ronza alcuni secondi e dopo va in crash. L'uomo si alza e vede con orrore la tragedia che ha causato. È molto scoccato e si scusa immediatamente. Giulia deve ridere, anche se il notebook è rotto. L'uomo si presenta e dice che si chiama Marco e che vuole ordinare un nuovo espresso per lei. Si vergogna tuttora molto. Ma Giulia dice che era solo il notebook dello studio legale e che non fa niente. Dopo alcuni minuti, i due stanno seduti insieme al tavolo. Marco le racconta dove lavora e perché la sua maglietta è così sporca. Viene dallo zoo dove è nato un caprioletto, ma sua madre è morta durante la nascita. Allora Marco deve dargli il cibo ed era sulla via per comprare il latte speciale per il caprioletto.

Giulia dice che ama molto gli animali e che ha rispetto di quegli uomini che fanno questo lavoro. Marco domanda a Giulia se vuole accompagnarlo allo zoo per dare il cibo e per vedere il caprioletto. Arrivato allo zoo i due vanno direttamente alla gabbia del piccolo. È bellino, ma ancora debole a causa della nascita. Giulia e Marco danno il cibo e dopo passeggiano per lo zoo. Lì passano tutto il giorno insieme, guardano gli animali e si divertono. Marco dice a Giulia: "Vuoi cercare un nome per il piccolo caprioletto? Non ne ha ancora uno." "Sì, volentieri! Grazie! Cerco un bel nome per il piccolo!" risponde Giulia con molta contentezza abbracciandolo.