Amore vietato
Sentiva il sangue sulle labbra e vedeva la sua faccia furiosa. Hassan alzava la mano di nuovo, ma Valentina si è messa le mani alla sua faccia per difendersi. I suoi capelli biondi erano rossi di sangue e gli occhi blu erano gonfi. Però la sua bellezza si vedeva ancora…
Nel frattempo Aurelio ha chiuso la porta ed è uscito in strada. Si ha preparato i capelli neri, il suo corpo atletico era abbronzato e gli occhi marroni brillavano. Voleva comprare dei fiori per sua mamma come ogni sabato. Era una bella giornata ma solo apparentemente…
Dall’altra parte della strada ha visto il suo vicino musulmano Hassan che batteva sua moglie Valentina. Per Aurelio la bionda Valentina era sempre più che solamente una vicina e lui non poteva mai capire come una bellezza come lei potesse stare con un cretino come Hassan.
Pazzo di rabbia Aurelio ha attraversato la strada e si è messo fra i due per difenderla. Quando ha guardato Hassan da vicino vedeva che non era un bell’uomo. Era un po‘ grasso, non rasato con i capelli corti e neri ed era una testa più basso che Aurelio. Aurelio ha detto: “Che cazzo stai facendo, non si batte una donna!“ Hassan ha risposto: “Sparisci! Posso fare cosa voglio con mia moglie!“ Aurelio ha urlato: “Non lo tollero più, l’ho visto troppe volte, lei non ha meritato uno come te!“
Pieno di sangue, Valentina è improvvisamente scappata verso dalla fermata e ha preso il prossimo bus. Aurelio le è corso dietro e Hassan ha urlato: “Eh stronzo! Che fai? Lasciala in pace. È mia, porca puttana!” Aurelio ha perso il bus ma sapeva che Valentina voleva andare al lago per calmarsi come sempre. Ce l’ha vista spesso ma non ha mai osato parlarle. “Questa volta sarà diverso”, ha pensato mentre guidava la macchina. La bella Valentina sanguinava e piangeva tanto. Aurelio è seduto accanto a lei sulla riva del lago. “Bella! Non piangere! Cosa è successo?” ha domandato Aurelio. “Devo servirlo dalla mattina alla sera. Non posso decidere niente e ha il commando su di me. Non l'amo. Non l'ho mai amato. Non lo sopporto più. Voglio andare via.”, ha detto disperata. Si sono guardati negli occhi e attirati come due magneti. Non potevano più resistere allora si sono baciati appassionatamente. Per farle coraggio ha preso la sua chitarra dalla macchina e ha cominciato a cantare:

Via ti prendo sulla motoandiamo vianon voltarti mai
perché stavolta non ti lascerò tornare indietro sai
vieni via con me
che non avrai niente da rimpiangere
via da cose che non ti appartengono
la vita sai non è poi tutta qua
va giù il sipario è in onda la realtà

Via sai dove si va dove vuoi tu o senza meta
andremo oltre i limiti e confini liberi vedrai
faremo cose che non hai osato immaginare mai

Andiamo via senza più problemi andiamo
via senza regole
godersi giorno dopo giorno
ogni momento che verrà
sarà diverso mai più tempo perso
aspettando che la vita vada...
„Che bella voce! Vorrei andare via con te ma non posso. Se Hassan mi trova mi ammazzerà subito.” "Non avere paura! Ti proteggerò. Bella sono innamorato di te da molto tempo ma non osavo mai di dirtelo". "Pure io sono innamorata di te ma non esiste un futuro insieme per noi. Aspetto un bambino da Hassan. È il mio destino. Lasciami e cerca un' altra donna con meno problemi."